COMMENTI DEI LETTORI

Ho letto il tuo libro tutto d'un fiato in pochi giorni. Avendo un interesse per queste piante, si rimane affascinati a sentire cosa si debba passare per trovarle in natura. Sembra davvero di leggere le avventure di Indiana Jones. Oltretutto il testo è molto scorrevole e spesso ironico. Pare di vivere le tue emozioni in prima persona. Antonella G.

Consiglio vivamente questo libro. Per chi ama le Nepenthes è un must, perchè tratta un gruppo di specie delle quali (prima di adesso) si sapeva ben poco. Per chi ama tutte le carnivore è un modo per capire il loro habitat e quali rischi corrono. Per chi ama i viaggi è un'occasione per esplorare in modo virtuale la Thailandia. Per chi ama semplicemente farsi due risate, è il libro giusto! Giuseppe R.

Questo è il secondo tuo libro che leggo e l'ho trovato interessante sotto tutti i punti di vista. Mentre l'altro era una guida molto, molto ben fatta, questo ha qualcosa in più perchè è un diario di viaggio in cui la vita e le circostanze diventano una cornice per la vera opera d'arte che è il mondo delle piante di cui ci parli sempre in maniera sistematica. Eccellente il libro e, è il caso di dirlo, ottime anche le foto. Gabriele e Vanessa

Anche io, come molti, ho letteralmente divorato questo libro. Sono principalmente rimasto colpito da tutto quello che questo libro riesce a sintetizzare. Da una parte sa essere un accurato trattato tassonomico su queste specie così a lungo sottovalutate, mentre dall'altra riesce a trasmettere tutta l'energia e il carisma del protagonista/autore. Fino a quando anche a te non sembra più di essere seduto in poltrona, ma di trovarti in uno sperduto villaggio thailandese alla ricerca del “mokao moken ling”! Luca P.

Un libro che ogni amante di piante carnivore deve avere, neofita e non. Approfondimenti tassonomici, studi sugli habitat e sulla morfologia delle piante, introducono il cammino esplorativo dell'autore in luoghi spesso ritenuti sconosciuti anche dagli esperti del luogo. Questo diario di avventure potrebbe quasi intitolarsi "Le avventure di Robison Crusoe", tanto sono affascinanti. Mentre le leggi è come sognare ad occhi aperti il racconto dell'autore e le sue avventure nella giungla. E' molto interessante poter leggere di quanto una passione possa spingerti tanto in alto. Avere studiosi come Catalano non può che essere un motivo di orgoglio per tutto il panorama carnivoro nazionale. Andrea C.

Libro indispensabile per tutti coloro che come me amano il mondo delle Nepenthes. Il testo è semplice ma allo stesso tempo esauriente e chiaro. Le immagini, molto belle, evidenziano gli habitat e le varie differenze tra le specie thailandesi, poco trattate su altri volumi. Lo consiglio vivamente a tutti gli appassionati "carnivori" e non solo! Roberto Z.

Il tuo secondo libro è stupendo. Ho viaggiato con te da un posto all'altro, immaginando questi luoghi impossibili dove hai trovato piante incredibili. Grazie. A quando il film (magari un documentario...)? Roberto E.

Ho appena finito il tuo libro sulle Nepenthes della Thailandia. Non vedo ora di leggere quello su Cambogia , Laos e Vietnam. Le foto sono davvero splendide. Mi sono invaghito di N. ampullaria. Il resoconto del viaggio mi ricorda gli esploratori del '900. Accidenti che cosa può fare la passione. Marco D.

Una guida avvincente alle Nepenthaceae della Thailandia, mi è servito molto anche per capire quali condizioni devo ricreare in coltivazione. Foto di alta qualità e un modo di scrivere molto semplice, per cui anche un neofita può appassionarsi alla sua lettura. Tuttavia leggendo quel che hai dovuto passare mi chiedo inevitabilmente: "Chi te l'ha fatto fare?!". Antonio B.

Mi ha aperto un mondo! Non avevo idea che queste piante fossero così rare e così in pericolo! Adesso anche quando vedo i boschetti vicino a casa mia mi chiedo quanto potranno durare e che ben di Dio rischiamo di perdere. Un libro graficamente semplice e piacevole, con foto impressionanti. Il glossario da solo, con le sue poche pagine, è meglio del Lonely Planet! Barbara S.

Peccato che parli solo di Nepenthes, perchè come scrittore di romanzi avresti un futuro. Dalle pagine sull'habitat, la conservazione e la tassonomia si passa ad intrecci che mescolano la botanica e l'avventura più spericolata, con un linguaggio scorrevole e alla mano, ma lo stesso avvincente. La modalità "diario" poi aiuta proprio ad immedesimarsi, sembrano le memorie di qualcuno che non è più fra noi da duecento anni e d'altronde hai davvero rischiato di trapassare laggiù. Giovanni C.

Il tuo libro è proprio bello, non ci capisco molto di carnivore e mi sono appena avvicinata a questo mondo, ma non mi è servito essere una super esperta. Certo adesso se compro una Nepenthes non la tengo più all'omba preoccupandomi tanto dell'umidità, mi sembra di capire che crescono piuttosto in zone adatte ai cactus! Fortissimo il glossario, che terrò a mente se vado a Phuket. Bellissime foto, e i tuoi resoconti fanno davvero venire voglia di viaggiare e perdersi in terre lontane. Daria N.

Dopo aver preso il primo, non ho avuto esitazioni a prendere il tuo secondo libro, e come mi aspettavo non me ne sono pentito. "Questi sono i viaggi dell'astronave Enterprise..." verrebbe da dire. Magari un giorno verrò a farti compagnia durante le tue rocambolesche avventure, per ora mi accontento di leggerne i resoconti, divertenti e avvincenti. E le Nepenthes sono troppo belle! Enrico L.

Voglio fuggire anch'io da questo mondo di computer e scrivanie! Voglio foreste, mari, fiumi, montagne, piante carnivore! Che brutto sentire cosa l'uomo sta facendo a quei paradisi, ma che bello sapere che almeno quattro gatti se ne preoccupano. Bellissimi racconti, bellissime foto, ti farò pubblicità. Roberto V.

Un bellissimo libro. Non so se l'autore sia più perseguitato dalla sfortuna o illuminato dalla buona sorte, certo è che di cose gliene capitano. Le immagini ritraggono una varietà di forme che riesce a dare una buona idea di quanto queste specie thailandesi siano tanto simili ma allo stesso modo diverse fra loro. Rende orgogliosi sapere che un italiano sia riuscito a descrivere 5 nuovi taxa di Nepenthes, e tutti ci aspettiamo che i tuoi prossimi viaggi nel resto dell'Indocina portino altre nuove specie in abbondanza. Sergio T.

Belle le foto, belli i racconti, tanta invidia per le tue esperienze e un nuovo sguardo verso la coltivazione delle mie piante. Ci penserò due volte prima di metterle all'ombra. All'altezza e anche meglio del tuo primo libro, colori più accesi e ovviamente in questo caso le pagine si leggono come un romanzo, non è un libro da consultare alla bisogna. Nicola D.

Ho preso il tuo libro non solo per il mio interesse verso le piante carnivore, ma perchè anche io intorno all'anno 2000 ero stato in Thailandia, così mi sono fatto prendere dai ricordi e ho voluto vedere come te l'eri passata. Mi aspettavo più un diario che altro, ma le foto mi hanno sorpreso, quei primi piani sugli ascidi e quei colori sono eccezionali. I racconti sono molto interessanti e penso che in futuro mi darò anch'io alla macchia. Andrea S.

C'è da rimanere di stucco già solo durante l'introduzione, a leggere quale livello di confusione ha circondato per decenni le specie indocinesi. A quel punto si parte con l'autore nel tentativo di risolvere questa confusione, alla scoperta di piante che crescono in posti dimenticati da Dio e dagli uomini. Piante che in alcuni casi l'autore stesso finisce per descrivere e pubblicare proprio su queste pagine come nuove specie. Tanto di cappello, e foto bellissime. Marco S.

Dopo aver letto attentamente e con piacere il suo libro (tutto), le riporto le mie considerazioni. "Nepenthes dalla Thailandia" è un resoconto geniale ed esclusivo: trasmette in maniera palpabile e fedele la fatica, l’entusiasmo, la passione, lo spirito di adattamento, la voglia di scoprire e di confrontarsi con un ambiente nuovo e a tratti ostile. Pregevole e fruibile l’approccio “cronologico”. Andrea A.

Il libro è veramente ben strutturato, e le fotografie sono di alta qualità. Il testo è ironico e scorrevole nella lettura. Molto interessante dal punto di vista paesaggistico per quanto riguarda i luoghi delle esplorazioni. Complimenti ancora! Manuel L.



HOME

Copyright © 2017 by Marcello Catalano. All rights reserved.